ARTICOLO SU AMBIENTE E ECOLOGIA

Home#Inquinamento - Eternit, 16 anni ai due ex vertici

Il processo Eternit si è concluso con la condanna a 16 anni per Stephan Schmidheiny e Louis Cartier. I due, ex vertici della multinazionale dell'amianto, erano accusati di disastro ambientale doloso e omissione volontaria delle cautele antinfortunistiche. Sono stati condannati per il disastro negli stabilimenti di Casale Monferrato e Cavagnolo.

Per i familiari delle vittime, la corte ha stabilito un risarcimento di 30mila euro per ogni congiunto.
35mila euro per alcuni malati, 100mila per ogni sigla sindacale, 4mln per il comune di Cavagnolo, 20mln per la Regione Piemonte e 15 mln per l'Inail. 25mln di euro di risarcimento è previsto per il Comune di Casale Monferrato.

Le dichiarazioni:
pm Raffaele Guariniello: "quando abbiamo cominciato pensavamo che fosse un sogno. Questo sogno con la sentenza di primo grado viene realizzato".
Procuratore capo Giancarlo Caselli: "i processi Thyssen ed Eternit dimostrano che qualcosa è cambiato e sta cambiando, più cultura e più sensibilità per quanto riguarda la tutela dei diritti fondamentali del cittadino".
Ministro della Salute, Renato Balduzzi: "la battaglia contro l'amianto non si chiude con una sentenza, sia pure una sentenza esemplare ma continua nell'attività amministrativa e nell'impegno delle istituzioni e dei cittadini, soprattutto nella consapevolezza da parte di ognuno che non si tratta di una battaglia locale, ma nazionale, anzi mondiale. La sentenza di Torino conferma che l'Italia sta facendo la sua parte".
Sindaco di Casale Monferrato Giorgio Demezzi: "una risposta esemplare al problema della tossicità dell'amianto" che "inchioda alle proprie responsabilità chi ha gestito per anni questo problema con leggerezza".
Avvocato Sergio Bonetto, che assiste circa 300 parti civili: "Sono soddisfatto. Finalmente c'è l'accertamento di una situazione che denunciamo da 30 anni: quello che è avvenuto è accaduto per responsabilità di qualcuno: si è passati da una voce alla certezza giuridica".
Segretario confederale della Cgil, Vincenzo Scudiere: "la sicurezza non può essere più considerata un costo per le imprese ma uno degli elementi fondamentali per renderle avanzate e competitive, altrimenti il rischio per l'Italia è che possa rappresentare l'area europea del lavoro a basso costo e a massimo rischio".
L'avvocato Astolfo Di Amato, legale di Stephan Schmidheiny: "la prima battaglia l'abbiamo persa, sicuramente faremo appello".

Pochi soldi alle vittime e tanti a Comune, Regione e Sindacati. Altra annotazione: in Italia ci sono tantissimi incidenti sul lavoro, e tanti imprenditori italiani inquinano l'ambiente. Condanne zero. Gli unici condannati chi sono? I vertici di Thyssen e Eternit, due stranieri. Poi ci si lamenta che gli stranieri non investono. Mi pare il minimo. La giustizia italiana non funziona, e quando funziona è contro di loro.

news di Arquen del 04/10/2013.
Etichette: ecologia, clima, ambiente, rifiuti, inquinamento
Notizia interessante? Condividila su facebook, twitter e google+
oppure seguici su facebook, twitter e google+

1 di 1
Pubblicità | L'informazione di qualità - Arquen

Pubblicità

Spazi offerti

arquen.net offre la possibilità di segnalare la Tua azienda, la Tua attività, i Tuoi prodotti o i Tuoi servizi. Il portale comprende 20 blog di nano-publishing.

Segnalazione

Nel portale è possibile segnalare siti, attività, prodotti e servizi di sport, telefonia, social network, cinema, economia, videogames, gossip, moda, motori, politica, tv, turismo e tanto altro ancora.

Posizionamento

Lo spazio per l'inserimento di banners, links e testi sarà deciso assieme, quindi le pagine del portale possono adattarsi al messaggio da offrire.

Maggiori informazioni

Attualmente il portale genera circa 4000 accessi unici giornalieri e circa 100mila visualizzazioni di pagina mensili.

Per le Tue segnalazioni contattami.

ARCHIVIO SU AMBIENTE E ECOLOGIA